Cronaca

Decifrato da un archeologo francese un antico linguaggio di 12.000 anni fa

Linguaggio antichissimo decifrato da un archeologo francese.

C’è voluta una ricerca di 10 anni per giungere a interpretare il linguaggio dell’Elamita Lineare, ritrovato su alcuni vasi del sud ovest dell’Iran risalenti agli albori della civiltà, quando iniziarono a diffondersi le prime città, tra la Turchia e l’India. Il fautore della scoperta è stato François Desset, giovane archeologo francese del Laboratorio Archeorientale di Lione, che collabora con l’Università di Theran. Il significato delle iscrizioni è molto semplice, riportando il nome del reale che offriva l’artefatto a una determinata divinità, trascritta anch’essa. Questa scoperta porta a galla la scoperta che al tempo la scrittura non è nata in Mesopotamia, perché in Iran ne è stata sviluppata contemporaneamente un’altra, che di per sé non è stata sviluppata in due versioni, come si credeva, bensì la scrittura protoelamita si è evoluta nell’Elemita Lineare.

(Visited 136 times, 1 visits today)