Cronaca

Va all’asta il kit originale delle spie russe

All’asta gli oggetti del KGB.

Sarà la casa d’aste Julien’s Auction, Los Angeles, a mettere all’asta una serie di oggetti che sembrano usciti da un film di 007. Il Kgb Museum di New York infatti mette all’asta alcuni dei suoi oggetti, che erano correntemente utilizzati nella realtà da spie russe durante la Guerra Fredda.

Arrivano allora le microcamere nascoste in borsette, fibbie, anelli e cravatte, seguite dai famosi microfoni, celati dentro penne, posacenere e piatti. In vendita anche uno dei primi cellulari esistenti, grande come sei mattoni. Un altro curioso reperto all’asta è un ombrello avvelenato, simile a quello utilizzato per uccidere il dissidente Markov.

Altro oggetto messo sotto martelletto è il dente finto contenente cianuro, che poteva essere aperto con una masticazione particolare in modo tale da uccidere la spia che lo portava prima di essere torturata e poter svelare dei segreti importanti. Con lui un tubetto di rossetto e una penna che sparava un proiettile, altri oggetti potenzialmente mortali. Un vero viaggio nella Guerra Fredda grazie ai suoi cimeli d’epoca.

(Visited 9 times, 1 visits today)