Curiosità

Nicolas costruirà una contea hobbit ispirandosi al “Signore degli anelli”

La comunità si troverà in Abruzzo

Le comunità alternative nel mondo sono tantissime. Esistono persone che adorano una divinità sconosciuta, che vivono senza acqua o elettricità, o non prendono in considerazione le innovazioni tecnologiche. Nicolas Gentile è un uomo abruzzese di 37 anni che vuole invece creare una contea ispirata al mondo degli hobbit, creature inventate dallo scrittore fantasy J. R. R. Tolkien: uomini piccoli di statura dai piedi pelosi, che conducono una vita semplice da contadini e amano bere e mangiare.

A questo proposito Nicolas ha comprato un terreno nelle campagne abruzzesi per trasformarlo nella sua contea hobbit, in mezzo a boschi e fiumiciattoli intorno. Per iniziare ha costruito una casa hobbit, di 20 metri quadrati di superficie, come una specie di test. Ha poi inaugurato il luogo con un ritrovo a tema hobbit, a cui sono accorse diverse persone. Da qui gli è venuta l’idea di realizzare una piccola contea, e non solo una casa per sé e la propria famiglia. L’idea è quella di edificare una grande casa di più di 350 metri quadrati, altre 4 case da circa 50 metri quadrati. Con porte e finestre tonde, come nella storia originali, e tutte ecosostenibili ed ecocompatibili. Per creare tutto questo Nicolas ha lanciato un crowdfunding da un milione e mezzo di euro. Per dare visibilità al progetto si è rivolto agli attori Elijah Wood, Billy Boyd e Sean Astin, che nei film interpretano proprio degli hobbit e hanno creato dei video, caricati sul sito e sui suoi profili social, adesso molto seguiti. Il progetto ha raggiunto molto seguito anche dopo l’impresa che Nicolas ha vissuto insieme ad altri partecipanti più o meno un mese fa, quando ha compiuto un “viaggio nella Terra di Mezzo” con altri compagni estratti tra oltre 300 candidati, per portare un anello dall’Abruzzo al Vesuvio, dove avrebbero dovuto gettarlo, ma al suo posto hanno lanciato una pietra, regalando l’anello ad un giovane fan del Signore degli anelli.

Non si tratterà di una comunità, ma piuttosto di un soggiorno, dove si potrà dormire nelle case hobbit e banchettare coi prodotti del luogo. Nicolas ha ricevuto delle offerte anche molto vantaggiose, di persone che avrebbero voluto ad esempio rilevare una parte del terreno per molti soldi, ma così il progetto sarebbe stato snaturato. Nicolas vuole davvero creare un luogo dove regnino bontà, gentilezza, dove si possa praticare una vita vicina alla natura e alla “vera” vita da hobbit. Anche gli abiti sono a tema, confezionati da alcune donne della famiglia, anche se la coppia afferma che è possibile trovarli anche su Amazon. Nicolas indossa gli abiti normali solo per andare al lavoro, nella pasticceria del paese.

(Visited 12 times, 1 visits today)